Torino Anni ’50. La grande stagione dell’Informale

Attraverso una ricca selezione di opere, il volume intende riportare l’attenzione su una fase di fondamentale importanza per lo sviluppo della nuova scena artistica a Torino, quella che va dal secondo dopoguerra agli inizi degli anni Sessanta del secolo scorso. Dopo le tragiche vicende belliche, nell’ambito del generale clima di rinnovamento ideologico culturale, nel campo delle arti figurative si assiste a un accelerato processo di trasformazione e di apertura verso i più aggiornati movimenti internazionali, dal Postcubismo all’Astrattismo, e fino all’esplosione della vitalissima stagione dell’Informale. È in questi anni che il capoluogo piemontese incomincia a diventare uno dei centri propulsivi dell’arte contemporanea in Italia. Un ruolo che si consolida con l’inaugurazione, nel 1959, della nuova sede della Galleria Civica d’Arte Moderna e che crescerà in modo straordinario nei decenni successivi fino a oggi. Torino anni ’50 presenta un’ampia selezione di opere dei principali artisti attivi in area torinese e piemontese, in dialogo con quelle dei più affermati artisti italiani e stranieri esposte nelle mostre delle gallerie private e nelle più importanti rassegne in spazi pubblici della città.

  • A cura di: Francesco Poli
  • Editore: Silvana Editoriale
    204 pagine, brossura con alette, 120 illustrazioni, cm 22 x 22
  • ISBN: 9788836657490
  • Lingua: Italiano
  • Prezzo: PROMOZIONE MOSTRA € 25,00