Fondazione Accorsi - Ometto Torino

BOOK SHOP

I cataloghi delle mostre, e le pubblicazioni inerenti il Museo Accorsi - Ometto, sono disponibili presso il nostro book shop.

Potete ordinarli telefonicamente al numero:
+ 39 011.837.688 int. 3 oppure via e-mail.

Sono attive alcune promozioni sull’acquisto dei nostri cataloghi; clicca qui per saperne di più.

GIACOMO GROSSO. Una stagione tra pittura e Accademia

A quasi ottanta anni dalla scomparsa, l’indagine intorno alla stagione artistica di Giacomo Grosso (1860-1938), docente di pittura all’Accademia Albertina e senatore del Regno, rappresenta un’occasione per rivisitare il clima e gli aspetti dell’arte figurativa tra la fine dell’Ottocento e i primi trent’anni del Novecento.
I grandi e sontuosi ritratti, la moda dell’epoca, lo studio ricco di arredi e dipinti, ripreso da suggestivi scatti fotografici, e il fascino degli interni con le modelle in posa, la pregevole cornice d’alcova e i meditati autoritratti costituiscono una determinante testimonianza dell’itinerario tra vita, pittura e società del Maestro.

A cura di: Angelo Mistrangelo
Editore: Silvana Editoriale, 2017
152 pagine, brossura con alette, 120 immagini a colori, cm 24 x 28
ISBN/EAN: 9788836638154
Prezzo di copertina: € 24,00

GIO’ POMODORO. L’opera scolpita e il suo disegno

Il volume raccoglie un nutrito numero di sculture del maestro marchigiano Gio’ Pomodoro, cui si affianca un’altrettanto ricca selezione di dipinti su carta, a sottolineare l’importanza che l’artista attribuiva alla fase iniziale di ideazione dei suoi progetti plastici.
L’opera disegnata, concepita a mano libera in totale libertà segnica oppure rigorosamente progettata a tecnigrafo secondo le leggi della sezione aurea, è sempre stata per lo scultore un momento imprescindibile della propria ricerca, tanto da divenire opera a sé stante per l’alta qualità che contraddistingue il lavoro di Gio’ Pomodoro anche come pittore.

A cura di:
Bruto Pomodoro, Giuliana Godio
Saggio introduttivo: Martina Corgnati
Editore: Silvana Editoriale, 2017
108 pagine, brossura con alette, 60 immagini a colori, cm 22 x 22
ISBN/EAN: 9788836637713
Prezzo di copertina: € 20,00

DAL FUTURISMO AL RITORNO ALL’ORDINE
1910-1920

La mostra presenta oltre 70 dipinti che ripercorrono, per la prima volta in una visione complessiva, il clima culturale italiano delle nuove tendenze artistiche del decennio 1910-1920. Partendo dai futuristi storici (Marinetti, Boccioni, Balla, Carrà, Severini, Russolo, Depero) e passando dal Primitivismo (Carrà, Soffici, Garbari) e dal Secessionismo di area italiana (Casorati, Moggioli, Trentini, Rossi, Ferrazzi, Chini, Lionne, Oppo) si arriva all’altra “faccia della modernità”, la Metafisica (De Chirico, Carrà, Morandi, de Pisis) e al cosiddetto “Ritorno all’ordine” (Casorati, Soffici, Funi, Guidi), cioè il recupero dell’antico mediato dalle recenti avanguardie.

A cura di: Nicoletta Colombo, Giuliana Godio, Fondazione Accorsi - Ometto
Saggio introduttivo: Nicoletta Colombo
Editore: Silvana Editoriale, 2017
160 pagine, brossura con alette, 100 immagini a colori, cm 23 x 28
ISBN/EAN: 9788836636235
Prezzo di copertina: € 30,00

CARLO PITTARA E LA SCUOLA DI RIVARA
Museo di Arti decorative Accorsi - Ometto

La seconda metà dell’Ottocento non fu solo un periodo di grandi cambiamenti sociali, politici ed economici, ma anche figurativi. Dopo un secolo di dominio incontrastato, il Classicismo, e tutto ciò che esso rappresentava in termini di controllo dell’espressione, fu messo in crisi da una nuova visione del mondo.
Formatosi tra Torino, Ginevra e Parigi, Pittara, come abilmente raccontato da Giuseppe Luigi Marini all’interno di questo catalogo, cercò di condividere quanto appreso in Francia con un gruppo di amici e colleghi pittori, dando vita a quelli che sarebbero passati alla storia come “incontri di Rivara”, dal nome del paese canavesano nel quale erano soliti ritrovarsi in primavera e autunno.

A cura di: Giuseppe Luigi Marini
Saggio introduttivo: Giuseppe Luigi Marini
Editore: AdArte srl, 2016
175 pagine, brossura con alette, immagini a colori, cm 22 x 22
ISBN: 978-88-89082-61-4
Prezzo di copertina: € 20,00

RENATO RIZZO
PIETRO ACCORSI, IL MERCANTE DI MERAVIGLIE

La vita di Pietro Accorsi costituisce uno dei capitoli più affascinanti della storia dell’antiquariato europeo del XX secolo: nato a Torino nel 1891 da una famiglia modestissima, rivelò molto presto quelle doti di intuito artistico che lo resero in seguito famoso e stimato in Italia e all’estero, fino a trasformarlo nel riconosciuto “re degli antiquari”.
L’autore – attraverso una seria ricerca archivistica e le testimonianze dirette di chi lo conobbe – ne traccia con passione la biografia, ricca di episodi spesso esaltanti, sovente sorprendenti e persino misteriosi.
Il “mercante di meraviglie” intrecciò rapporti, non solo d’affari, con importanti personalità del suo tempo: da Emanuele Filiberto d’Aosta a Werner Abegg, da Riccardo Gualino a Gustavo Rol, dagli Agnelli a Henry Ford a Luigi Einaudi, oltre che con Umberto di Savoia, al quale fu legato da un’amicizia durata cinquant’anni. Accorsi trattò un numero di arredi così grande “da riempire piazza Vittorio”, ma i pezzi più strabilianti li riservò a Villa Paola – il suo "porto della quiete" – e, ora, costituiscono il nucleo del Museo di Arti Decorative di via Po, realizzato grazie a una sapiente ristrutturazione da Giulio Ometto, il delfino dell’antiquario.
Qui sono esposti il "mobile più bello del mondo", il "trumeau di Rasputin" e il "letto del re libertino", insieme a quasi 3000 altre opere d’arte: quelle da cui "l’uomo che portava il romanzo dentro di sé" non volle mai separarsi.

Autore: Renato Rizzo
Editore: Silvana Editoriale, 2016
296 pagine, brossura con alette, 64 immagini a colori, cm 15x21
ISBN/EAN:9788836633029
Prezzo di copertina: € 25,00

I MAESTRI DELL’ACCADEMIA ALBERTINA.
ANDREA GASTALDI LE OPERE E I GIORNI

E’ dedicata ad Andrea Gastaldi (1826-1889) la prima sezione del ciclo "I Maestri dell’Accademia Albertina", riservato ai più significativi docenti della prestigiosa Accademia torinese e nato dalla collaborazione tra l’Accademia Albertina e la Fondazione Accorsi - Ometto. Per circa trent’anni insegnante di pittura, il Maestro, grazie a prolungati soggiorni di studio all’estero, aggiornò con impronta cosmopolita l’arte italiana, divenendo in breve un protagonista di primo piano della pittura italiana e internazionale della seconda metà dell’Ottocento.



A cura di: Giovanni Cordero
Saggio introduttivo: Giovanni Cordero
Editore: Edizioni dell’Accademia Albertina e della Pinacoteca Albertina
128 pagine, brossura con alette, immagini a colori, cm 24 x 28
ISBN: 978-88-941270-4-1
Prezzo di copertina: € 13,00

Spiritelli, Amorini, Genietti e Cherubini. Allegorie e Decorazione di Putti dal Barocco al Neoclassico.

Un originale volume dedicato ai piccoli protagonisti di tante opere d’arte classiche, decorazioni ed affreschi: putti, amorini, cherubini e spiritelli.
Dalle sembianze in genere di graziosi e paffuti bimbetti, questi soggetti hanno conosciuto enorme fortuna nel Rinascimento e via via nei secoli successivi, riempiendo case e chiese, quadri e sculture, prevalentemente a scopo decorativo. Nel catalogo, curato da Vittorio Natale, sono documentati dipinti, sculture in terracotta, in marmo, in legno policromo, mobili, stampe, bronzi e argenti.
Nonostante la longevità e la diffusione del tema, questa è la prima volta che viene dedicato un volume di così ampio respiro scientifico e con opere di grande valore.
Fra gli autori presenti, Guido Reni, Isidoro Bianchi, Bartolomeo Guidobono, Guglielmo Caccia detto il Moncalvo, Francesco Cairo, Francesco Ladatte, Pietro Piffetti, Michele Antonio Rapous, Ignazio e Filippo Collino, ma anche artisti internazionali quali Carle Van Loo, Camillo Rusconi e di Paul Heermann.

A cura di: Vittorio Natale, Fondazione Accorsi - Ometto
Saggio introduttivo: Vittorio Natale
Schede delle opere: autori vari
Editore: Silvana Editoriale, 2016
144 pagine, brossura con alette, immagini a colori, cm 21x28
ISBN: 88-366-3314-5 - EAN: 9788836633142
Prezzo di copertina: € 25,00

Divisionismo tra Torino e Milano. Da Segantini a Balla.

A partire dalla fine degli anni Ottanta del XIX secolo fino ai primi decenni del XX, Lombardia e Piemonte hanno svolto un ruolo prioritario e interrelato nella nascita e nello sviluppo del divisionismo italiano. Tra Milano e Torino, coinvolte a fine Ottocento in un consistente rinnovamento economico e sociale, si è giocata una partita decisiva nel passaggio dal concetto di arte come rappresentazione dl vero alle moderne aspirazioni sociali e ideali.
Attraverso opere dei maestri storici, tra cui Segantini, Pellizza da Volpedo, Morbelli, Previati, Grubicy, il volume traccia il percorso della nuova temperie artistica dal periodo eroico fino alle soglie del Futurismo, quando l’eredità della pittura divisa fu consegnata alle giovani generazioni, rappresentate da Boccioni, Balla, Carrà, Dudreville.

A cura di: Nicoletta Colombo, Giuliana Godio, Fondazione Accorsi - Ometto
Testi di: Nicoletta Colombo
Schede tecniche e profili biografici: Serena Redaelli
Editore: Silvana Editoriale, 2015
108 pagine, brossura con alette, immagini a colori
ISBN/EAN: 9788836632169

ESAURITO

MAZZONIS E GLI ALTRI. Le opere del Maestro e i tesori della sua collezione

Ottavio Mazzonis (1921 - 2010), pittore e scultore di origini torinesi, ha attraversato il Novecento dedicandosi al ritratto, al paesaggio, alla natura morta e al nudo, genere che gli diede particolare notorietà.
Il volume, attraverso studi su materiali inediti, svela per la prima volta un patrimonio del tutto sconosciuto, ossia la raccolta d’arte posseduta dal Maestro.
Nuovo è l’approccio al tema poichè le opere autografe dell’artista, selezionate lungo la produzione dell’intera carriera e in parte inedite, si combinano in uno stimolante confronto con dipinti e sculture (dal Seicento al Novecento) che rispecchiano sia i nuclei collezionistici di provenienza familiare che le opere acquistate personalmente.
Emergono così nuovi aspetti della ricca personalità e degli interessi di un uomo che ha costantemente voluto leggere ed interpretare i caratteri espressivi del passato in assoluta libertà.

A cura di: Laura Facchin
Testi di: Laura Facchin, Silvia Pirracchio
Editore: Silvana Editoriale, 2015
108 pagine, brossura, immagini a colori
Prezzo di copertina: € 18,00

LA PORCELLANA IN PIEMONTE (1737 - 1825).
Le manifatture Rossetti ,Vische, Vinovo.
Museo di Arti Decorative Accorsi Ometto

Il volume è interamente dedicato alla produzione delle tre manifatture torinesi di porcellana Rossetti, Vische e Vinovo, che rappresentano un fondamentale tassello nella storia della porcellana italiana e in particolare del Piemonte.
Le curatrici hanno operato un’analisi profonda e mirata, selezionando tra un migliaio di oggetti quelli più significativi. Le lunghe ricerche d’archivio, le analisi scientifiche e la grande possibilità di comparazione – con i prodotti di altre manifatture, nonché argenterie, quadri e incisioni – hanno contribuito a gettare nuova luce su un argomento che, per la sua complessità, non può che essere valorizzato dai nuovi dati, più certi e concreti.
I numerosi saggi presenti raccontano le storie, i protagonisti e le opere di quella avventura eroica che portò la “sublime scoperta della porcellana” a diffondersi in Piemonte, rendendo il catalogo un valido strumento di consultazione e approfondimento non solo per chi si approccia per la prima volta alla materia, ma anche per collezionisti e studiosi.
Il volume è completato da apparati documentari, indici e bibliografia.

Autori dei saggi: Andreina d’Agliano, M. Gomez Serito, Claudia Lehner-Jobst, Luca Mana, Cristina Maritano, L. Melegati, Andrea Merlotti, Francesco Morena, T. Ricardi di Netro, Cristina Ruggero

A cura di: Andreina d’Agliano e Cristina Maritano
Editore: Silvana Editoriale, 2015
240 pagine, brossura, immagini a colori
Prezzo di copertina: € 43,00
OFFERTA SPECIALE € 35,00

GIOVANNI BATTISTA QUADRONE

Dopo gli omaggi ad Antonio Fontanesi e ad Alberto Pasini, la Fondazione Accorsi – Ometto prosegue con Giovanni Battista Quadrone (Mondovì, 1844 – Torino, 1898) considerato uno dei massimi rappresentanti della pittura di genere dell’Ottocento italiano.
Il volume, curato dal professore Giuseppe Luigi Marini, approfondisce la figura del pittore che fu attivo a Torino, Mondovì e, dal 1883, soprattutto in Sardegna.
Quadrone, autore di dipinti finitissimi, di piccole e medie dimensioni, fu il narratore di scene di caccia; lo scopritore del paesaggio sardo e il cantore della vita del circo.
Il fil rouge che lega tutti i suoi soggetti è la paziente definizione «iperrealistica» delle scene di vita venatoria, circense o rusticana; il pittore cesellava, con il colore, i particolari anche minimi, con tecnica e precisione inesorabili, nulla dimenticando e a nulla rinunciando di quanto riteneva utile alla completa rappresentazione di un momento.

A cura di: Giuseppe Luigi Marini
Editore: AdArte, Torino, 2014
141 pagine, brossura, immagini a colori e ill. in bianco e nero
Prezzo: € 20,00


L’ORIENTE DI ALBERTO PASINI

A un anno di distanza dalla mostra dedicata ad Antonio Fontanesi, la Fondazione Accorsi – Ometto dedica una rassegna monografica intitolata al pittore emiliano Alberto Pasini (Busseto, 1826 - Cavoretto, 1899). Questa mostra rappresenta il secondo appuntamento con gli “omaggi” alla pittura dell’800.

Il volume, curato dal professore Giuseppe Luigi Marini, si sofferma sul versante «orientalista», cioè quello baricentrico della più ricca e celebrata vena del pittore, con i conseguenti corollari delle divagazioni veneziane e iberiche e analizza il versante dell’espressione dell’artista più universalmente noto, apprezzato e numericamente cospicuo.

A cura di: Giuseppe Luigi Marini
Editore: AdArte, Torino, 2014

ESAURITO

PIETRO PIFFETTI
Il re degli ebanisti, l’ebanista del re

Pietro Piffetti (Torino, 1701-1777) fu uno dei più famosi ebanisti italiani del XVIII secolo. Il suo nome è legato alla corte dei Savoia, dove fu stimato da re carlo Emanuele III, sostenitore delle arti e della cultura, nonché suo committente.

Nel volume sono documentate alcune tra le più importanti creazioni del maestro piemontese che si distinguono per una straordinaria qualità artistica, impreziosita dagli intarsi in avorio, madreperla, tartaruga e legni pregiati.
Il prezioso nucleo di proprietà del Museo di Arti Decorative Accorsi-Ometto di Torino è arricchito da una ventina di arredi, per la maggior parte provenienti da collezioni private, e dal cofano forte recentemente acquiatato dal museo, un mobile unico nel suo genere per tipologia e per decorazioni, di cui si espongono i risultati del recente restauro.

A cura di: Fondazione Accorsi-Ometto
Editore: Silvana Editoriale, Milano, 2013
143 pagine, rilegato, immagini a colori e ill. in bianco e nero
Prezzo: € 35,00

OMAGGIO A FONTANESI

Il volume, curato da Giuseppe Luigi Marini, restituisce un’interessante panoramica della vita del grande pittore reggiano e delle opere esposte in mostra.
Esso rappresenta un omaggio a una delle grandi figure dell’Ottocento che ebbe un ruolo importante nella storia artistica del Piemonte, ma anche un significativo "ritorno a casa" del Maestro che visse gli ultimi anni della sua vita proprio in un piccolo appartamento dell’edificio di Via Po 55 che oggi ospita il Museo di arti decorative.

Attraverso una trentina di opere accuratamente selezionate, la Fondazione Accorsi-Ometto propone da una parte di documentare l’intera parabola creativa dell’artista; dall’altra di circostanziare la sua evoluzione linguistica, con attenzione, oltre agli oli, anche agli acquerelli, disegni, fusains, litografie e acqueforti che rappresentano la necessità di esprimere, con maggiore aderenza, l’idea luce-spazio-atmosfera, proprio in virtù delle caratteristiche implicite nel mezzo usato.

A cura di: Giuseppe Luigi Marini
Editore: Umberto Allemandi & C., Torino, 2013
70 pagine, brossura, immagini a colori e ill. in bianco e nero
Prezzo: € 10,00

ANGELO CIGNAROLI
Vedute del Regno di Sardegna

Il volume, curato dalla Fondazione Accorsi - Ometto e da Vittorio Natale, è dedicato alla vasta produzione di vedute piemontesi di Angelo Cignaroli, che costituisce, dal punto di vista quantitativo, la più ricca mappatura iconografica del Piemonte della seconda metà del Settecento.
Questi dipinti, particolarmente significativi per la storia dell’arte e preziosi fonti per la storia del territorio, sono oggetto qui per la prima volta di una specifica iniziaitiva editoriale.
Le oltre 150 opere catalogate sono state organizzate secondo un criterio topografico diviso in province, quasi a voler suggerire un "viaggio pittoresco" attraverso i territori del Regno di Sardegna.
Le ricerche condotte in quest’occasione hanno permesso di meglio focalizzare anche il ruolo del più noto Vittorio Amedeo, padre di Angelo, non solo come paesaggista, ma anche come pittore di vedute.

A cura di: Vittorio Natale
Editore: Silvana Editoriale, Milano, 2012
240 pagine, rilegato, immagini a colori
Prezzo: € 35,00

In omaggio il DVD con la visita guidata del Museo

Argenti sabaudi del XVIII secolo

Il volume è dedicato all’argenteria sabauda del XVIII secolo e rappresenta un importante tassello negli studi di storia dell’arte decorativa piemontese.
Il catalogo infatti presenta oltre trecento pezzi che esemplificano la vasta produzione di argenterie commissionate dalla corte sabauda nel Settecento: l’accurato studio dei marchi ha permesso di individuare i maestri argentieri autori di questi capolavori e di identificare, accanto ai più noti Boucheron, Paroletto e Gerard, i nomi di altri argentieri in grado di eseguire opere di assoluta perfezione, sia tecnica che artistica, come Giovan Battista Novalese, Gabriel Marcello Giuliano o Giovanni Fino.
Il catalogo, che si distingue per il rigore scientifico con cui è stato redatto, accoglie i testi di Gianfranco Fina e Luca Mana, le schede dei manufatti, le biografie degli argentieri e una bibliografia, configurandosi come un valido strumento di consultazione e confronto per collezionisti e studiosi.

A cura di: Gianfranco Fina e Luca Mana
Editore: Silvana Editoriale, Milano, 2012
240 pagine, rilegato, 400 illustrazioni
Prezzo: € 43,00

In omaggio il DVD con la visita guidata del Museo
(fino ad esaurimento scorte)

Museo Accorsi - Ometto
Viaggio nelle collezioni

Il Museo Accorsi - Ometto apre a Torino nel 1999 grazie a Giulio Ometto, che ha dato vita al grande sogno di Pietro Accorsi.
Il Museo è stato allestito seguendo scelte e criteri che rispecchiano il gusto di chi lo ha immaginato; presenta 27 saloni e oltre 3000 opere tra quadri, ceramiche, mobili, arredi, cristalli, tessili, statue, arazzi, provenienti dalle collezioni dei due antiquari.

Questo volume rappresenta un itinerario fotografico nelle sale del Museo, mettendo in evidenza i capolavori, le collezioni di oggetti, i quadri e gli arredi più rappresentativi.


A cura di: Fondazione Accorsi - Ometto
Editore: Silvana Editoriale, Milano, 2010
144 pagine, rilegato, numerose ill. a colori
Prezzo: € 35,00

In omaggio il DVD con la visita guidata del Museo (fino ad esaurimento scorte)

L’oro e la seta
I più bei costumi del Teatro Regio tra i preziosi arredi del Museo Accorsi - Ometto

Il catalogo della mostra (Museo Accorsi - Ometto, 16 settembre 2010 - 26 giugno 2011) presenta alcuni degli splendidi costumi teatrali del Teatro Regio che prendono vita e allo stesso tempo “abitano”, con il loro fascino, le sale del Museo Accorsi.
L’incontro tra le due collezioni è il leitmotiv della mostra presentata dal Teatro Regio e dalla Fondazione Accorsi - Ometto, in collaborazione con MITO Settembre Musica.

A cura di: Fondazione Accorsi - Ometto - Teatro Regio
Editore: Silvana Editoriale, Milano, 2010
48 pagine, brossura, 22 tavole a colori 

ESAURITO

Da Carracci a De Chirico
Capolavori della Collezione Croff di Ivrea

Il catalogo della mostra (Museo Accorsi, 29 gennaio - 30 maggio 2010) presenta la collezione dell’industriale milanese Abdone Croff (1893-1946) che mise insieme, fra la metà degli anni ’30 e il 1946, anno in cui morì tragicamente, un’importante collezione d’arte. La raccolta comprende una cinquantina di dipinti e disegni, fra i quali alcuni capolavori di Giovanni del Biondo, Neri di Bicci, il Bergognone, Annibale Carracci, Filadelfo Simi, Pietro Annigoni, Xavier e Antonio Bueno, Giorgio De Chirico. La collezione, pervenuta nel 2003 per donazione della signora Lucia Guelpa al Comune di Ivrea, illustra un frammento di storia del collezionismo italiano della prima metà del Novecento e costituisce un significativo contributo per la storia dell’arte italiana.

A cura di: A. Cifani - F. Monetti
Editore: Umberto Allemandi & C., Torino, 2010

ESAURITO

Tra Canaletto e Guardi
Dodici vedute della Pinacoteca Albertina di Torino

Nel catalogo della mostra (Museo Accorsi, 1 ottobre 2009 - 10 gennaio 2010) sono presentate dodici mirabili tele veneziane del "Maestro delle vedute dell’Accademia Albertina". Per la prima volta esposte al pubblico, esse declinano un fascino secolare attraverso una pittura che, con le sue atmosfere trascoloranti rese da un colore mite ma fermo, perfora direttamente l’anima.

A cura di
: A. Cifani - F. Monetti
Editore: Umberto Allemandi & C., Torino, 2009
63 pagine, brossura, numerose illustrazioni a colori
Prezzo: € 10,00

La donazione Volpi Ottolini per la Fondazione Pietro Accorsi

Due nuove eccezionali opere, donate da Laura Volpi Ottolini, e una nuova fonte iconografica vengono a illustrare la figura di Pietro Piffetti (1701-1777), protagonista dell’arte dell’ebanisteria del Settecento italiano ed europeo. Esse offrono anche l’occasione di ripresentare le altre opere del sommo ebanista torinese conservate nel Museo di Arti Decorative e di richiamare le ultime scoperte sulla sua vicenda umana e artistica.

A cura di
: A. Cifani - F. Monetti
Editore: Silvana Editoriale, Milano, 2009
31 pagine, brossura, numerose illustrazioni a colori
Prezzo: € 5,00

La scultura del Gandhara, il messaggio greco nelle immagini d’Oriente

Anisa Attività Torino presenta un libro di preziose sculture di collezioni private, una decina di immagini del Buddha, accanto a figure negli atteggiamenti caratteristici dei Bodhisattva, provenienti dal Pakistan (Gandhara e battriana). I modi ellenistici e gli stilemi caratteristici dell’Oriente convivono e si esaltano reciprocamente in queste sculture di religiosa contemplazione, suscitando nello spettatore d’oggi il piacere di una scoperta.

A cura di
: M. L. Moncassoli Tibone
Editore: Ananke, Torino, 2007
36 pagine, brossura, 11 tavole a colori
Prezzo: € 5,00

Da Mozart a Schubert
Concerto sullo storico fortepiano del Museo Accorsi

Il Cd è stato realizzato sullo storico fortepiano Erard (1818) esposto nelle sale del Museo Accorsi.
I tredici brani spaziano da Mozart a Schubert, dalla Marsigliese alla Marcia di Alessandro, coprendo un periodo che va dal 1770 al 1830, epoca cruciale che segna, accanto al tramonto del clavicembalo e al trionfo del fortepiano, l’estinguersi del Barocco e l’avvento progressivo del Classicismo e del Romanticismo.

Fortepiano
: Roberto Cognazzo, Massimiliano Génot
Violino: Alessandra Génot
Soprano: Susy Picchio
Prezzo: € 10,00

L’incantesimo dei sensi
Una collezione di nature morte del Seicento per il Museo Accorsi

Il catalogo della mostra (Museo Accorsi, 1 dicembre 2005 - 1 maggio 2006) presenta un saggio sulla natura morta italiana del Seicento e le schede delle opere esposte. Tra gli artisti, il Maestro della Natura morta Acquavella, del quale è presente anche la celeberrima Aminta, Fede Galizia, Panfilo Nuvolone, Agostino Verrocchio, Pietro Paolo Bonzi, Giuseppe Recco, Giambattista Ruoppolo.

A cura di
: A. Cottino
Editore: Omega Arte, Torino, 2005
128 pagine, brossura, 64 tavole a colori
Prezzo: € 20,00

“…il fin la maraviglia”
Splendori di corte e scena urbana tra Sei e Settecento dalle Collezioni del Museo di Roma

Il catalogo della mostra (Museo Accorsi, 25 marzo – 3 luglio 2005) presenta tre saggi introduttivi sulle collezioni del Museo di Roma e sulle varie sezioni della mostra redatti dai membri del comitato scientifico.
Il libro comprende inoltre le tavole a colori delle opere esposte e le relative schede storico-artistiche.

A cura di
: S. Guarino, M. E. Tittoni, S. Tozzi
Editore: Omega Arte, Torino, 2005
128 pagine, brossura, ill. b/n e 32 tavv. a colori
Prezzo: € 10,00

La donna nella pittura italiana del Sei e Settecento
Il Genio e la Grazia

Saggi di storia, letteratura, iconografia e storia dell’arte raccontano i ruoli e le realtà femminili nel periodo barocco, attraverso dipinti di Guido Reni, Rosalba Carriera, Artemisia Gentileschi e altri grandi protagonisti dell’epoca. Nel catalogo della mostra (Museo Accorsi, 27 marzo – 15 luglio 2003) 23 donne pittrici aiutano a riflettere sull’attività femminile intellettuale del periodo, permettendo di scoprire opere inedite e figure di pittrici finora sottovalutate.

A cura di:
A. Cottino
Editore: Umberto Allemandi & C., Torino, 2003
238 pagine, rilegato, ill. b/n, 72 tavv. a colori
Prezzo: € 25,00

Gli Splendori del Bronzo
Mobili e oggetti d’arredo tra Francia e Italia. 1750/1850

Il bronzo è un materiale amato dalle corti europee tra XVIII e XIX secolo, usato come raffinata rifinitura per i mobili o fuso in vere e proprie sculture. Il volume (catalogo della mostra, Museo Accorsi, 26 settembre 2002 – 2 febbraio 2003) presenta oggetti d’uso, arte ed arredamento francesi ed italiani, testimoniando di come, partendo d’oltralpe, il lusso di questo materiale abbia trovato riscontro nel gusto delle corti italiane.

A cura di: G. Beretti, A. Cottino, B. Gallizia di Vergano, L. Melegati
Editore: Omega Arte, Torino, 2002
181 pagine, brossura, ill. b/n e 48 tavv. a colori
Prezzo: € 15,00

Vittorio Amedeo Cignaroli 
Un paesaggista alla corte dei Savoia e la sua epoca

ll catalogo della mostra (Museo Accorsi, 30 novembre 2001 – 1 aprile 2002) presenta circa novanta dipinti, ognuno dei quali schedato, e saggi di accreditati specialisti sul paesaggio arcadico settecentesco, il tutto incentrato sulla figura del paesaggista della casa Savoia, Vittorio Amedeo Cignaroli.

A cura di:
A. Cottino 
Editore: Omega Arte, Torino, 2001

ESAURITO

I Fragili Lussi
Porcellane di Meissen da musei e collezioni italiane

Dalle origini della manifattura nel 1710 al periodo Impero vengono illustrati duecento preziosi oggetti prodotti dalla fabbrica che prima in Europa scoprì le modalità di realizzazione della porcellana, utilizzata in Cina fin da otto secoli prima.

A cura di: A. D’Agliano - L. Melegati
Editore: Omega Arte, Torino, 2001

ESAURITO

La Seduzione della Natura
Natura morta in Piemonte nel ’600 e ’700

Il catalogo della mostra (Museo Accorsi, 21 ottobre 2000 – 14 gennaio 2001) contiene un saggio sull’argomento e le schede di tutti i dipinti esposti, opere di artisti quali Giovanna Garzoni, Orsola Maddalena Caccia, Michele Antonio Rapous, che illustrano il gusto delicato e cortese della natura morta Barocca e Rococò, offrendo un’occasione di apprezzare e studiare pittori di grande qualità ancora poco conosciuti.

A cura di
: A. Cottino
Editore: Omega Arte, Torino, 2000
ESAURITO

Museo di Arti Decorative
Guida breve

La guida presenta la collezione permanente del Museo di Arti Decorative, dai preziosi mobili, tra cui spiccano il doppio-corpo e il cassettone di Pietro Piffetti, alle ceramiche, agli arazzi e ai papier peints cinesi.
VERSIONE IN LINGUA ITALIANA, INGLESE E FRANCESE

A cura di:
A. Cottino
Editore: Omega Arte, Torino, 2000
45 pagine, brossura, diverse ill. a colori
Prezzo: € 7,00

Pietro Accorsi, un antiquario, un’epoca

Il Museo di Arti Decorative nasce dal lascito del noto antiquario Pietro Accorsi. Il volume ripercorre le tappe della sua biografia, dalla formazione ai rapporti con le Istituzioni e i Savoia, alle scelte collezionistiche.
Contiene una breve guida alle collezioni permanenti della Fondazione Accorsi.

A cura di
: R. Antonetto
Editore: Omega Arte, Torino, 1999
145 pagine, brossura, diverse ill. a colori
ESAURITO

Sacrarium Apostolicum.
Sacra Suppellettile ed Insegne Pontificali della Sacrestia Papale

Il volume (catalogo della mostra, Museo Accorsi, 16 aprile - 30 giugno 1998) presenta preziosi oggetti liturgici, triregni, leggii e calici appartenuti ai Papi. Il libro è arricchito da saggi di approfondimento e schede delle singole opere.

A cura di: L. Orsini
Editore: Artema, Torino, 1998
210 pagine, rilegato, ill. in b/n e 38 tavv. a colori
Prezzo: € 30,00

Descrizione del Reale Palazzo di Torino

Il volume, un’indispensabile fonte per la storia dell’arte piemontese, è la ristampa in edizione a tiratura limitata, dell’edizione del 1858.

Il testo è completato da un prezioso e completo indice dei nomi che lo rende agevolmente consultabile.

A cura di: C. Rovere
Editore: Fondazione Pietro Accorsi, Torino, 1995
250 pagine, brossura
Prezzo: € 15,00

I Piaceri e le Grazie.
Collezionismo, pittura di genere e di paesaggio fra Sei e Settecento in Piemonte

I due volumi, che costituiscono un fondamentale contributo alla storia dell’arte piemontese, offrono profondi ed innovativi apporti storici, archivistici e critici sul collezionismo e la pittura di genere e di paesaggio fra Seicento e Settecento, con particolare attenzione alle figure dei pittori Pietro Maurizio Bolckman, Pietro Domenico Ollivero, Michele Graneri, i Cignaroli, gli Antoniani e i loro entourage. I testi sono completati da uno straordinario apparato di ben 838 immagini.

A cura di: A. Cifani - F. Monetti
Editore: Fondazione Pietro Accorsi, Torino, 1993
580 pagine (2 voll.), rilegato, numerose ill. b/n e a colori
Prezzo: € 150,00 OFFERTA SPECIALE € 100,00